Dannati

Zombies Skeletons (kind of lol) for Halloween !

Ian (tappando la cornetta)Ssst!
(Nella cornetta) Ce l’ho.
(Prende un blocco per appunti dal mucchio di giornali e detta per telefono)
Un serial killer ha massacrato la turista inglese Samantha Scrace con un macabro rituale di morte virgola ha annunciato ieri la polizia punto a capo. La vivace diciannovenne di Leeds è una delle sette vittime trovate sepolte in identiche tombe triangolari in una foresta sperduta della Nuova Zelanda punto a capo. Ognuna delle ragazze è stata accoltellata più di venti volte e sepolta a faccia in giù virgola, con le mani legate dietro la schiena punto a capo. Tutto maiuscolo, le ceneri trovate sul posto dimostrano che il maniaco è rimasto lì a cucinarsi la cena, fine maiuscolo, punto a capo. Samantha virgola, una bella rossa che sognava di diventare una modella virgola, era in viaggio premio per il diploma di maturità conseguito l’anno scorso punto. La madre di Samantha distrutta dal dolore ha detto ieri due punti virgolette, preghiamo perché la polizia scopra qualcosa, qualsiasi cosa virgola, presto punto sempre virgolette. Quel pazzo dev’essere giustiziato prima possibile punto fine virgolette a capo. L’Ufficio Stranieri ha invitato i turisti a essere molto prudenti punto. Un suo portavoce ha dichiarato due punti virgolette, il buon senso è sempre la miglior guida chiuse virgolette, fine del pezzo. (Ascolta. Poi ride)

L’amore di Fedra

«Female grotesque playing stringed instrument.» Book of Hours. Use of Rome., c. 16th century, beginning, MS. Douce 112, f. 166r, The Bodleian Library, University of Oxford.

Fedra: Volevo guardarti in faccia mentre venivi.
Ippolito: Perchè?
F: Vorrei vedere che ti lasci andare.
I: Non è una vista così edificante.
F: Perché? Come sei?
I: Come uno stronzo qualsiasi quando scopa.
F: Ti amo.
I: No.
F: Tantissimo.
I: Non mi conosci nemmeno.
F: Fammi venire.
I: Non sono abituato alle chiacchiere post-scopata. Non c’è mai niente da dire.
F: Voglio che tu-
I: Non è roba per me.
F: Ma io-
I: Scopati qualcun’altro e fai finta che sia io. Non è difficile , siamo tutti uguali quando veniamo.
F: Se uno ti brucia dentro no.
I: Non mi brucia dentro nessuno.

Purificati

the vain fool,Hours of Joanna 1 , 1486

Graham: Mettevo il cucchiaio nel tè e lo scaldavo. Quando non mi guardavi te lo premevo forte sulla parte alta del braccio e tu (un crack) urlavi e io ridevo. Ti dicevo Fallo a me. Dài fammelo.
Grace: Fammelo.
Graham: Mi premevi il cucchiaio bollente sulla pelle e io non sentivo nulla.
Sapevo che arrivava.
Se sai che arriva sei preparato.
Se sai che arriva-
Grace: Arriva.

Arriva il colpo. Il corpo di Grace si muove- non per il dolore, solo per la forza del colpo.

Graham: Lo puoi controllare.

Febbre

Paris, Bibliothèque Mazarine, Inc. 1286. Lancelot en prose. 15th century. ‘Conception of Merlin’.

M: Traversai di corsa il campo di papaveri dietro la fattoria di mio nonno. Piombai in casa dalla porta della cucina, stava seduto con la nonna sulle ginocchia. Le baciava le labbra e le carezzava il seno. Si girarono e mi guardarono, ridendo del mio imbarazzo. Quando lo raccontai a mia madre oltre dieci anni dopo lei mi guardò in modo strano e disse: “Non è successo a te. E’ successo a me. Mio padre è morto prima che tu nascessi. Quando quella cosa è successa io ero già incinta di te, ma non lo sapevo. L’ho saputo solo il giorno del suo funerale.”
C: Ci trasmettiamo questi messaggi.
M: Qualcuno da qualche parte piange per me, piange la mia morte.
B: Le mie dita dentro di lei, la mia lingua nella sua bocca.
C: Voglio vivere con me stessa.
A: Nessun testimone.
M: E se ti sembra incomprensibile allora hai capito perfettamente.

*
A: Sono perso, cazzo sono completamente perso per questo cesso di donna.
B: Lei vuole un bambino ieri.
A: Che farò quando mi getterai via?
C: Ascolta.
B: Guarda.
C: Ascolta. Sono qui per ricordare. ho bisogno di…ricordare. Ho questa tristezza addosso e non so perché.
A: Sei sempre bellissima, ma quando vieni sei ancora più bella.
C: Quella bambina terrorizzata paralizzata violenta.
A: Visto che più si arrabbia più abiti scivolano a terra via via che la cosa diventa spiacevole è sempre più probabile che mi lasci avvicinare.
B: Ho una brutta brutta sensazione riguardo a questa brutta brutta sensazione.

*
A: non dirmi di no non mi puoi dire di no perché è un tale sollievo avere ancora amore e stare a letto ed essere abbracciato e toccato e baciato e adorato e il cuore ti salterà dalla gioia quando sentirai la mia voce e vedrai il mio sorriso e sentirai il mio respiro sul collo e il cuore ti batterà forte quando vorrò vederti e ti mentirò fin dal primo giorno e ti userò e ti fotterò e ti spezzerò il cuore perché tu hai spezzato il mio e mi amerai ogni giorno di più finché il peso non sarà insopportabile e la tua vita non sarà mia e morirai sola perché io prenderò quello che voglio e poi me ne andrò e non ti dovrò niente è sempre lì è sempre stata lì e tu non puoi rinnegare la vita che senti di mandare a fare in culo quella vita in culo quella vita in culo quella vita ti ho persa ormai

*
C: Lui mi compera una confezione di trucchi, cipria rossetto matita. E io mi disegno in faccia lividi e sangue e tagli e botte, e scrivo sullo specchio in rosso scuro, BRUTTA.

*
A: E non dimenticare che la poesia è un linguaggio per sé e grazie a sé. Non dimenticare quando vengono sancite parole nuove nuovi altri atteggiamenti sono richiesti.
Non dimenticare il decoro.
Non dimenticare il decoro.

Psicosi delle 4 e 48
donna mani a terra, Rutland Psalter 1260

Ogni complimento mi ruba un pezzo d’anima

Un vecchio ronzino espressionista
Bloccato tra due buffoni
Non sanno nulla-
Ho sempre cavalcato libera

Ultima di una serie di cleptomani letterari
(un tempo professione onorata)

Il furto è un atto sacrosanto
Sul cammino tortuoso che porta all’espressione

Un eccesso di punti esclamativi racconta di un crollo nervoso imminente
Basta una parola su una pagina ed è subito dramma

*
Nella mia vita non ho mai avuto problemi a dare agli altri ciò che volevano. Ma nessuno è mai stato capace di fare lo stesso per me. Nessuno mi tocca, nessuno mi è vicino. Ma tu mi hai toccata da qualche parte così a fondo cazzo da non credere e ora io non riesco a fare lo stesso con te. Perché non riesco a trovarti.

*
[…]Non so dove l’hai letto ma non allenta la tensione[…]

Perché non mi chiedi perchè?
Perché mi sono tagliata il braccio?

-Ti va di dirmelo?
-Sì
-Allora dimmelo.
– CHIEDI
ME
LO.

(Un lungo silenzio)

-Perché ti sei tagliata il braccio?
-Perché è fortissimo cazzo. Perché è straordinario cazzo.
-Posso guardare?
-Puoi guardare. Ma non toccare.

*
Ho gassato gli Ebrei, ho ucciso i Curdi, ho bombardato gli Arabi, mi sono scopata dei bambini piccoli mentre imploravano pietà, i campi minati sono miei, tutti hanno abbandonato il party per colpa mia, ti succhierò via quegli occhi di merda e li manderò a tua madre in una scatola e quando muoio mi reincarnerò in tuo figlio ma cinquanta volte peggio e come una pazza trasformerò la tua vita in un inferno vivente NON VOGLIO NON VOGLIO NON VOGLIO NON MI GUARDARE

*
Tagliatemi la lingua
strappatemi i capelli
mozzatemi gli arti
ma lasciatemi l’amore
preferirei aver perduto le gambe
che mi avessero strappato via i denti
cavato gli occhi
piuttosto che aver perduto l’amore

*
– Lo so. Sono arrabbiata perché capisco, non perché non capisco.

*
Caro Dio, caro Dio, cosa devo fare?

*
Convalidatemi
Autenticatemi
Guardatemi
Amatemi

*
Penso che tu pensi a me
come volevo pensassi a me

*
guardatemi scompaio
guardatemi

scompaio

guardatemi

guardatemi

guardate

Annunci