Niente.  Ma con calma, non ho fretta.
(ma trovatela voi se vi piace ‘sta pace! E basta con:”basta coi drammi, basta co* tormentat*” e chi? chi vince la gara podistica sulla via dell’Illuminazione, gli/le atlet* della marcia funebre delle grandi Verità? sicur*?)

Se capitasse ora
sarei terrorizzata
non mi basterebbe
la consapevolezza dell’ateismo
la fede nella ciclicità
la speranza del non sapere.
Me ne fregherei che “siamo ombre e che si passa”.
Se succedesse oggi
sbatterei i piedi sul letto
mi terrei in bocca l’ultimo respiro
spalancherei gli occhi ancora un po’
ancora un po’.
Non sorriderei pacificata
non vi lascerei mai le dita
farei un piagnisteo senza fine.
Se arrivasse proprio oggi
che non mi ricordo quelle belle frasi cinesi
e anche a ripeterla migliaia di volte
non mi è mai entrata in testa
la morale della storia
non ce la farei a dire serafica: va, va pure!
Le strapperei ogni filo d’erba
la minaccerei di visite eterne
la tirerei forte a me urlando.
Per morirle tra le braccia
patetica, per niente sazia, assetata.

Veronica Pinto

 

“Nada me han enseñado los años , siempre caigo en los mismos errores
otra vez a brindar con extraños y a llorar por los mismos dolores!”

 

 

Annunci