Scrive una dedica formale: Per Veronica with Love and Affection, Agneta Falk.
La guardo con un’ammirazione tenera e la ringrazio in inglese. Lei risponde allo sguardo e mi fa: conosci cosa significano queste due parole?
Le risposi Sì, senza pensare ma poco dopo non ne ero più così certa.

 

Agneta Falk

Ontologia della felicità

Per quanto possa sembrare strano, sono felice
di non essere felice.
Voglio dire, c’è tanto amore nel mondo
avvolto nel sudario della violenza
-la guerra, la pioggia, la pioggia, la guerra-
e poi c’è il sole, tu, con la tua grande e calda mano sulla mia schiena,
che spunta da tutte le fessure della nostra stanza,
il corpo e l’anima in cui entro e esco
quando sono felice di non essere
felice.

 

NON E’ STATA COLPA MIA

con un solo gesto della mano
lei crea un inizio
laddove prima non c’era nulla
e poi un altro
ed un altro
con varie intensità di ombra
un sentiero di segni
per un viaggio
di ritorno all’origine
dove un tempo non c’era nulla

 

Fuori di qui
per Silvia Baraldini

Possono privarmi del canto degli uccelli
togliermi la luce,
le risate spensierate, impedire alle mie mani di toccare
coloro che amo,
strapparmi la terra da sotto i piedi,
fare a pezzi il mio corpo,
trasformare gli alberi in pareti,

ma non possono impedirmi
di scavare un tunnel
nel mio cuore
che porti fuori di qui.

Annunci