Cerca

Le 5 stanze

La "mia" poesia e la "mia" e la "mia". L'epoca e le sue poemie. P.Celan

Monologo del Non So

Mariangela Gualtieri

 

Io non so se questa mia vita sta spianata su un

buco vuoto. Non so se il silenzio che indago
é intrecciato alla mia sostanza molle.
Io non so se quello che cerco e ho cercato e
cercherò, non so se quello che cerco
é un insulto a quel vuoto.
Non so se questo fatto di non avere Continue reading “Monologo del Non So”

Annunci

Ekki Mukk, Il Lombrico e la Lumaca

 

E ci siamo trovati pressappoco quindici anni fa, quasi all’alba, nel corridoio centrale di un bosco, e poi non ci siamo trovati più.
Una ragazza con in mano un lombrico e un ragazzo con una lumaca sopra una lattina di birra.
Camminavamo lenti, allontanandoci dalla musica, dagli altri. E abbiamo proseguito insieme per un po’, quasi senza parlare, ci siamo mostrati i piccoli animali che avevamo fra le dita e siamo entrati, facendoci coraggio con gli occhi, nel folto del bosco. Continue reading “Ekki Mukk, Il Lombrico e la Lumaca”

Corpi Nuovi

 

887ccac19efa2b2cb04926f77e92f68b

Se cominciamo corpi nuovi

allora sì vedremo correrci incontro
a branchi! le nostre anime.
Le nostre anime tutte
quelle perse mai avute a lungo
desiderate rinnegate  Continue reading “Corpi Nuovi”

Balestrini, Empty Cage

[…]L’uso assicura il non ordine la libertà l’istante è sempre una rinascita ogni ripetizione deve provocare un’esperienza del tutto nuova il significato è l’uso non solo non lo voglio ma voglio distruggere il potere il mondo non è diventa si muove cambia ciò che conta è ciò che avviene

comunicare è sempre imporre qualcosa lasciando alle cose la libertà di essere ciò che sono

frantumare la loro linearità! Continue reading “Balestrini, Empty Cage”

Una Coperta Rossa

rosso

In fondo tutto in polvere
perfino lo straccio di un viso
In brace, sotto i geloni
le stallatiti, lo stesso urlo furioso.

In profondità (impara a contenere)
Avvolta stretta da una coperta rossa
una energia millenaria
preme ancora per venire
pisciarsi partorirsi.

Tutto in fremere Continue reading “Una Coperta Rossa”

Un Posto

gioia-de-brujin

Skin   Gioia de Bruijn

Cerco un luogo da non  vedere
ogni volta come l’ultima volta.
Un luogo a cui non dire addio
fotografando a caso un particolare
da non dover chiudere perdere
lasciare in pasto alla memoria.
Uno spazio che continui
una riga un filo Continue reading “Un Posto”

Nizar Qabbani

nizar-qabbani

Sul sito del Centro Studi e Ricerca di Orientalistica una recensione de “Le poesie più belle” di Nizar Qabbani.    Qui il sito
Sotto, un mio esercizio di traduzione senza nessuna pretesa, ogni suggerimento è benvenuto.

Jogging

We stood in columns
like sheep before slaughter
we ran, breathless
We scrambled to kiss
the shoes of the killers. . . . Continue reading “Nizar Qabbani”

Built then Burnt (Hurrah!Hurrah!)

 

Dear brothers and sisters
Dear enemies and friends
Why are we all so alone here?
All we need is a little more hope
A little more joy
All we need is a little more light
A little less weight
A little more freedom

If we were an army
And if we believed that we were an army
And we believed that everyone was scared
Like little lost children in their grown-up clothes and poses
So we ended up alone here
Floating through long wasted days
Or great tribulations
While everything felt wrong

Good words, strong words
Words that could’ve moved mountains!
Words that no one ever said
We were all waiting to hear those words
And no one ever said them
And the tactics never hatched
And the plans were never mapped Continue reading “Built then Burnt (Hurrah!Hurrah!)”

Giovanna de Carli, Poesie

 

letizia-battaglia

Foto: Letizia Battaglia

 

#
Se fossi stata una bambina tutta vestita di bianco
in una casa tutta dipinta di bianco
e candidi grembiuli e vetrate su un giardino candido di gelsomino
e bianche tende alle finestre
e mille bambine bianche alle mie feste
e bianchi tappeti per bianche scarpine
le giornate fatte solo di mattine
se ci fosse stato del candore
se un filo bianco avessi portato al cuore
se fossi stata pura
se fossi stata lieve
se fossi stata una bambina di neve
se nella mia culla fosse entrato il vento
sarei stata.
Almeno per un momento sarei nata Continue reading “Giovanna de Carli, Poesie”

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑