Cerca

Le 5 stanze

La "mia" poesia e la "mia" e la "mia". L'epoca e le sue poemie. P.Celan

Sirene

afp-792f25bb6ed5fd711e1c1985d6f200d65da0fc49

Può anche succedere
che cinque sirene suonino
contemporaneamente. Quasi mai
ma succede.
Di solito invece segue un ordine, così:
La prima annuncia che tutto finirà a breve
La seconda segnala che si può uscire Continue reading “Sirene”

Annunci

Avevamo gli Occhi troppo Belli

Figlia di puttana. Orgogliosa e puttana.
So da dove vengo. Vengo dritta dalla fica di una ragazzetta romana: Lucia Giangregorio, i capelli crespi e le mani piccole, la pelle e l’anima ruvida e in fondo delicata. Una cresciuta da sola a Tor di Nona, morta troppo giovane, ammazzata dall’indifferenza, dalla povertà, dall’ipocrisia e dalla droga di stato degli anni settanta-ottanta. Una che a calci di pistola terrorizzava i baristi di borgata o se li scopava per campare lei e i fratelli minori. So da dove vengo ma penso che oggi sia ora di dirlo.

Continue reading “Avevamo gli Occhi troppo Belli”

Barthes, Frammenti di un Discorso Amoroso

 

Roland-Barthes

 

[WINNICOTT: “”La Crainte de l’effondrement”, 75]. Ma “la paura clinica del crollo è la paura d’un crollo che è già stato subito (“primitive agony”) […] e vi sono dei momenti in cui un paziente ha bisogno che gli si dica che il crollo la cui paura mina la sua vita è già avvenuto”. Lo stesso avviene, a quanto sembra, per l’angoscia d’amore: essa è la paura di una perdita che è già avvenuta, sin dall’inizio dell’amore, sin dal momento in cui sono stato stregato. Bisognerebbe che qualcuno potesse dirmi: “Non essere più angosciato, tu l’hai già perduto(a)”.

 

ANNULLAMENTO. Accesso di linguaggio durante il quale il soggetto giunge ad annullare l’oggetto amato sotto il volume dell’amore stesso: con una perversione propriamente amorosa, il soggetto ama l’amore, non l’oggetto.[…] Basta che, in un lampo, io veda l’altro nelle vesti d’un oggetto inerte, come impagliato, perché trasferisca il mio desiderio da questo oggetto annullato al mio stesso desiderio; io desidero il mio desiderio, e l’essere amato non è più che il suo accessorio.Mi esalto al pensiero di una così nobile causa, che non tiene nel minimo conto la persona che ho preso a pretesto (questo è almeno quanto mi dico, felice di potermi innalzare sminuendo l’altro): io sacrifico l’immagine all’Immaginario. E se un giorno dovessi decidermi di rinunciare all’altro, il violento lutto che mi colpirebbe sarebbe il lutto dell’Immaginario: era una struttura cara, e io piangerei la perdita dell’amore, non già la perdita di questa o quella persona. Continue reading “Barthes, Frammenti di un Discorso Amoroso”

PeaceandLove

renhang6

Foto: Ren Hang

 

Ascolta. L’acqua che scorre. Il campanile che suona le undici meno un quarto, il vocio in lontananza e più lontane le macchine, un clacson, una bestemmia. Senti, il piccione che si avvicina alla mollica, la gatta in calore, quell’uomo che dice: mo’ nonno te porta a vedé le pecore. Sopra nel cielo senti il rumore di un aereo che passa, niente che ti desti preoccupazione, e l’ambulanza, una sirena tra tutto il vociare. Il caso chissà, qualcuno che muore o si rompe il femore, la vecchiaia, una fatalità.  La creatura piange, non per fame, non per dolore. Osserva, la luce colora metà piazza, il resto in ombra per chi di questa stagione ha i capogiri. I vecchi camminano lenti portando i loro carichi a rotelle, qualcuno corre. E tu sai che dovunque in questa piazza, dentro le vite di tante persone, tu sai, per quanto la campana abbia un suono dolce, che la violenza che forgia queste nostre vite è bestiale. Dietro il velo, in questo andirivieni pacifico, dalla nascita, è bestiale.

Continue reading “PeaceandLove”

Chetamina A Basso Dosaggio Senza Assunzione (La Morbidezza è uno Stato dell’Essere)

Pregnant+couple,+1965

Foto: Judy Dater
Sito: http://judydater.com/nudes/zp97o3hyq7lx7zxbtcu8ew6n4u5fyd

Morbida questa ciocca di capelli lucente
e morbida mi accarezza un sorriso
morbido, la saliva bollente
sulle guance scivola morbida
la lingua nel bacio
delle nostre occhiaie profonde.
-E’ l’alba siamo stanche-

La luce entra, arancia tra le tende
illumina il suo minuscolo seno, il taglio
profondo che mi strappa e prendo Continue reading “Chetamina A Basso Dosaggio Senza Assunzione (La Morbidezza è uno Stato dell’Essere)”

Monologo del Non So

Mariangela Gualtieri

 

Io non so se questa mia vita sta spianata su un

buco vuoto. Non so se il silenzio che indago
é intrecciato alla mia sostanza molle.
Io non so se quello che cerco e ho cercato e
cercherò, non so se quello che cerco
é un insulto a quel vuoto.
Non so se questo fatto di non avere Continue reading “Monologo del Non So”

Ekki Mukk, Il Lombrico e la Lumaca

 

E ci siamo trovati pressappoco quindici anni fa, quasi all’alba, nel corridoio centrale di un bosco, e poi non ci siamo trovati più.
Una ragazza con in mano un lombrico e un ragazzo con una lumaca sopra una lattina di birra.
Camminavamo lenti, allontanandoci dalla musica, dagli altri. E abbiamo proseguito insieme per un po’, quasi senza parlare, ci siamo mostrati i piccoli animali che avevamo fra le dita e siamo entrati, facendoci coraggio con gli occhi, nel folto del bosco. Continue reading “Ekki Mukk, Il Lombrico e la Lumaca”

Corpi Nuovi

 

887ccac19efa2b2cb04926f77e92f68b

Se cominciamo corpi nuovi

allora sì vedremo correrci incontro
a branchi! le nostre anime.
Le nostre anime tutte
quelle perse mai avute a lungo
desiderate rinnegate  Continue reading “Corpi Nuovi”

Balestrini, Empty Cage

[…]L’uso assicura il non ordine la libertà l’istante è sempre una rinascita ogni ripetizione deve provocare un’esperienza del tutto nuova il significato è l’uso non solo non lo voglio ma voglio distruggere il potere il mondo non è diventa si muove cambia ciò che conta è ciò che avviene

comunicare è sempre imporre qualcosa lasciando alle cose la libertà di essere ciò che sono

frantumare la loro linearità! Continue reading “Balestrini, Empty Cage”

Blog su WordPress.com.

Su ↑